in evidenza (home)

Un percorso annuale guidato da don Alessandro Ravazzini e un’equipe di accompagnatori, per orientarsi e approfondire la domanda vocazionale, essenza decisiva di questa età. Una domenica al mese, in un tempo disteso e sereno, in un clima di fraternità serena e profonda, si cammina in profondità, aiutati da sacerdoti e fratelli adulti.

Specialmente per quelle Unità Pastorali che non hanno un progetto educativo, o per quei gruppi educatori che hanno bisogno di essere accompagnati, abbiamo pensato a tre sabati lungo la prima parte dell’anno, dove farvi lavorare proprio come Gruppo Educatori di Unità Pastorale, dandovi la possibilità di costruire, in modo controllato, il vostro progetto educativo per gli adolescenti, misurandovi sui tre punti di forza proposti in “Salì in una barca

Che senso ha parlare ancora di Oratorio oggi, quando i ragazzi e i giovani sembrano non avere nessuna intenzione di trovare “una casa” dove passare il loro tempo e dove vivere le loro relazioni?
Che senso ha parlare ancora di Oratorio oggi, quando gli adulti, che siano educatori, catechisti, allenatori o altro tipo di volontari e comunque tutti siamo così privi di tempo, così pieni di tante altre cose da fare o incombenze, che al massimo possiamo dedicare un...

Dopo 4 anni, la proposta per i preadolescenti si apre a tutti

Come accompagnare i preadolescenti nella fede cristiana?

Questa che potrebbe sembrare solo una domanda è in realtà una prima risposta. Al disincanto delle comunità cristiane quando parlano delle giovani generazioni, provocato da un impegno catechistico generoso che sembra spesso girare a vuoto, la prima replica saggia è provare a cambiare prospettiva di osservazione. Mettersi in atteggiamen...

La Pastorale Giovanile diocesana accompagna queste figure per i primi due anni di servizio, con un percorso formativo che prevede quattro appuntamenti all’anno (1 week end e 3 sabati), con formatori di qualità.L’obiettivo di questa formazione è quello innanzitutto di far lavorare su di sé, poi di entrare dentro alla logica progettuale che sta alla base della proposta per gli adolescenti (secondo il metodo diocesano di “Salì in una barca”), per poi lavorare sulla Buona Notizia...